Guida alle distribuzioni di Linux

Ti aiutiamo a scegliere la distribuzione di Linux più adatta alle tue esigenze!

Non c‘è un‘unica versione di Linux; molte aziende si impegnano a fornire insieme al Kernel una serie di applicazioni in modo da costituire un sistema completamente funzionante con utilities, programmi di masterizzazione, gestione posta elettronica, pianificazione eventi ed appuntamenti, giochi, ecc...

Queste "confezioni" prendono il nome di distribuzioni, dette anche "distro".
Non c‘è una distribuzione migliore di un‘altra; ciascuna di esse possiede le proprie caratteristiche e peculiarità.

Vi sono distribuzioni straordinariamente user-friendly (molto semplici da utilizzare anche per i neofiti) ed altre molto più complesse e personalizzabili; esistono distribuzioni orientate all‘utilizzo desktop (casa, ufficio, per intenderci), altre pensate per girare su server (es. con il "compito" di ospitare siti web).

Qui sotto ne elenchiamo solo alcune delle innumerevoli distribuzioni di Linux.
MINI DISTRO USER FRIENDLY PERSONALIZZABILI
Puppy Linux
E‘ una distribuzione linux minimale che si può eseguire su vecchi computer anche con soli 128 mega di RAM e 1 Giga di hardisk... o anche senza hardisk direttamente da CD o chiavetta USB.

Ulteriori informazioni »


Damn Small Linux
Come potrete intuire dal nome, questa distribuzione è dannatamente piccola! E‘ infatti dedicata a computer con architetture x86 senza grandi prestazioni: occorrono infatti 16 MB di RAM ed una periferica di archiviazione di 50 MB. Damn Small Linux può infatti essere eseguita non solo su disco rigido o CD-ROM, ma anche da chiavette USB o schede CompactFlash.

Ulteriori informazioni »
Ubuntu
Questa distribuzione offre un sistema facile da usare anche per chi è completamente estraneo all‘ambiente GNU/Linux. Il significato del nome (un‘antica parola africana), invece, descrive la filosofia sulla quale è fondata questa distribuzione; Ubuntu significa, infatti, "umanità verso gli altri".

Ulteriori informazioni »


Fedora
Sviluppata dal Fedora Project e sponsorizzata da Red Hat, questa distribuzione viene spesso utilizzata come laboratorio di esperimenti di funzioni che in futuro potrebbero essere integrate in Red Hat. E‘ una distribuzione molto semplice da utilizzare ed aggiornare, caratteristica principale per rendere un sistema operativo user-friendly, quale è Fedora.

Ulteriori informazioni »


Mandriva
Nata come derivata da Red Hat, Mandriva oggi è totalmente indipendente ed è disponibile sia in versione commerciale che in versione gratuita. Un‘altra importante scissione è quella tra e versioni Discovery e PowerPack, la prima dedicata ai novizi, la seconda ai più esperti.

Ulteriori informazioni »


Suse
SUSE ha come intento quello di essere una distribuzione orientata soprattutto verso l‘utenza di Windows; infatti, supporta un tool di ridimensionamento per partizioni NTFS, oltre che al riconoscimento ed all‘installazione di driver per molti modem Windows; inoltre, anche l‘ambiente desktop è simile al sistema operativo di Redmond. SUSE utilizza un programma di amministrazione di sistema, YaST2 che consente la configurazione del sistema, la gestione di quest‘ultimo e la gestione software in modo molto semplice ed intuitivo.

Ulteriori informazioni »
Gentoo
Questa distribuzione è famosa per essere completamente personalizzabile e configurabile in ogni suo aspetto.
Il sistema di gestione dei pacchetti Portage, infatti, consente di installare le applicazioni compilandole dal codice sorgente.
Questo fa sì che il sistema operativo si plasmi all‘hardware sul quale è installato, sfruttandone al massimo le prestazioni.

Ovviamente, essendoci spesso (o praticamente sempre) la necessità di compilare, non è adatta ai novizi di Linux.

Ulteriori informazioni »